Quale hosting scegliere per il tuo blog

Per cominciare è giusto chiarire subito cosa sia un Hosting.

Host dall’inglese ospitare è un servizio che ti consente mettere i file del tuo sito web su un server connesso in modo perenne alla rete, ad accessibile quindi ai tuoi utenti.

Ogni provider che offre servizi di questo tipo riserva per te un quantitativo di spazio destinato ai tutti i tuoi file.

Nella stragrande maggioranza dei casi questo spazio è ben dichiarato al momento dell’acquisto, 10Gb, 20Gb o maggiore è quello a cui hai diritto con il costo del servizio che hai acquistato.

Possono essere molti i servizi aggiuntivi che vengono offerti, talvolta gratis puoi avere email, domini e sottodomini illimitati, oppure un IP dedicato oppure ancora assistenza premium.

 

Ogni provider offre sempre almeno 3 tipi diversi di hosting:

  • Condiviso o share (Server condiviso con più utenti e limitate potenzialità)
  • VPS (Server comunque condiviso ma con potenzialità molto superiori)
  • Dedicato (Server destinato solo al tuo sito con potenzialità molto elevate)

Se sei alla tua prima esperienza di blogging devi assolutamente scegliere un hosting condiviso, man mano che il tuo sito cresce in notorietà ed in visite potrai sempre cambiare servizio comperando qualcosa di più idoneo.

 

Questo non è il solito articolo

Proprio perché la rete è piena di marketer che consigliano a spada tratta un hosting piuttosto che un altro, spesso a scapito delle reali performance del tuo sito web io qui di seguiti ti elenco cosa sono le cose principali da tenere in considerazione all’acquisto dela tuo hosting e quali sono quelli che utilizzo io.

 

Caratteristiche fondamentali

WordPress gira su un server Linux, nel momento dell’acquisto assicurati di comperare il tuo spazio web su questo tipo di server. Oggi molti utilizzano pannelli di controllo come cPanel o Plesk che ti semplificano molto la vita e con un solo click installano WP dove desideri, questo è ben dichiarato al momento della scelta del tuo pacchetto.

Ps. WordPress gira anche su server Windows, ma non è proprio il caso dal momento WP è strutturato in script PHP.

 

1 Il supporto

Possono capitare problemi in qualsiasi momento e per le più svariate ragioni, anche il provider migliore del mondo può avere dei problemi ogni tanto.

Nessuno ne è esente.

Ma i problemi devono essere risolti velocemente. Per poter dormire sonni tranquilli abbiamo bisogno di assistenza certificata di altissimo livello.

Che purtroppo non tutti sanno offrire.

Nel corso degli anni ho cambiato molti hosting, spesso consigliato, altre volte sperimentando, e ti posso assicurare che i servizi con cui ancora oggi collaboro hanno sempre risolto ogni mio minimo problema in tempi rapidi e con grandissima professionalità!

Quindi stai alla larga da chi offre un servizio clienti che fa orari d’ufficio tipo dal lunedì al Venerdì 8:00 – 19:30. Metti caso che il tuo sito va offline il sabato devi rimanere senza il tuo business online fino al prossimo giorno lavorativo.

Non sto esagerando, esistono ancora servi del genere.

 

2 Backup giornalieri

Mi è capitato spesso di leggere richieste di aiuto da parte di utenti che per un errore hanno perso i file del loro sito web, il loro provider non offriva nessun servizio di backup e loro non si erano salvati nulla.

Leggi sempre cosa viene offerto al momento dell’acquisto ed assicurati di avere questa fondamentale opzione.

 

3 Sottodomini, Domini e Database illimitati

Con lo sviluppo del tuo blog potresti aver bisogno di creare un piccolo e-commerce oppure una applicazione in supporto del tuo sito, e potresti voler creare un sottodominio oppure un vero e proprio dominio alternativo. Se il tuo servizio di hosting è serio ti permetterà di creare sottodomini e di alloggiare domini in modo illimitato sul tuo spazio web.